• Principale
  • >
  • marketing
  • >
  • YouTube SEO: come ottimizzare i video per la ricerca di YouTube nel 2019

YouTube SEO: come ottimizzare i video per la ricerca di YouTube nel 2019

Fino a un decennio fa, il marketing inbound era un'idea completamente nuova. I marketer stavano imparando che non potevano semplicemente pubblicare un volume elevato di contenuti, ma doveva anche essere di alta qualità e ottimizzati in modo da renderlo il più possibile individuabile attraverso i motori di ricerca.

Quel contenuto era in gran parte limitato alla parola scritta. Oggi non è più così.

Oggi, una strategia di contenuti completa include lavori scritti come blog ed e-book, così come media come podcast, risorse visive e video.

L'ultima parte, il video, continua ad essere in aumento. Secondo il rapporto Stato di entrata 2018, il 45% dei marketer sta investendo di più in YouTube nel corso di quest'anno, più di qualsiasi altro canale di marketing a loro disposizione.

E con l'avvento di altri formati di contenuti nasce l'esigenza di ottimizzarli per la ricerca. Un posto sempre più importante da fare è su YouTube, un sito di distribuzione video usato dalle masse - SeoAnnuaire incluso.

Ma come funziona YouTube SEO? Quali sono i passaggi che devi seguire per ottimizzare il tuo canale YouTube per la ricerca? Di seguito sono riportati alcuni suggerimenti e strumenti importanti.

Risorsa gratuita

YouTube for Business: una roadmap di 30 giorni per la crescita del canale

Raccontaci un po 'di te qui sotto per accedere oggi:

1. Rinominare il file video utilizzando una parola chiave di destinazione.

Proprio come faresti quando ottimizzi i contenuti scritti, userai uno strumento SEO per identificare le parole chiave su cui vorresti che il tuo video si focalizzasse (puoi consultare i popolari strumenti SEO di YouTube sotto questi suggerimenti o semplicemente fare clic su quel link in precedenza in questa frase ).

Con una parola chiave identificata, il primo posto che dovresti mettere è il tuo file video - prima ancora di caricarlo su YouTube. Perché? YouTube non può effettivamente "guardare" il tuo video per vedere quanto è pertinente per la tua parola chiave di destinazione e, come apprenderesti nei suggerimenti di seguito, ci sono solo così tanti posti che puoi tranquillamente inserire questa parola chiave nella pagina di visualizzazione del tuo video una volta è pubblicato. Ma, YouTube può leggere il nome del file del tuo video e tutto il codice che viene fornito quando viene caricato.

Con questo in mente, sostituisci il nome del file "business_ad_003FINAL.mov" (non essere imbarazzato ... siamo stati tutti lì durante la post-produzione) con la tua parola chiave desiderata. Ad esempio, se la tua parola chiave è "suggerimenti per la pittura di casa", il nome del file del tuo video dovrebbe essere "house-painting-tips" seguito dal tipo di file video preferito (MOV, MP4 e WMV sono alcuni dei più comuni compatibili con Youtube).

2. Inserisci la tua parola chiave in modo naturale nel titolo del video.

Quando cerchiamo i video, una delle prime cose a cui i nostri occhi sono attratti è il titolo. Questo è spesso ciò che determina se lo spettatore farà clic per guardare il tuo video, quindi il titolo non dovrebbe essere solo avvincente, ma anche chiaro e conciso.

Sebbene la tua parola chiave abbia un ruolo importante nel titolo del tuo video, aiuta anche se il titolo corrisponde esattamente a ciò che lo spettatore sta cercando. La ricerca condotta da Backlinko ha rilevato che i video con una corrispondenza esatta di parole chiave nel titolo hanno solo un leggero vantaggio rispetto a quelli che non lo fanno. Ecco una rappresentazione lineare di questi risultati:

Fonte: Backlinko

Quindi, mentre "usare la tua parola chiave target nel tuo titolo può aiutarti a classificare quel termine", spiega l'autore del report Brian Dean, "la relazione tra titoli video e classifiche ricchi di parole chiave" non è sempre forte. Tuttavia, è una buona idea ottimizzare il titolo per questa parola chiave fintanto che si inserisce naturalmente in un titolo che indichi esattamente agli spettatori quello che stanno per vedere.

Infine, assicurati di mantenere il tuo titolo abbastanza breve - Alicia Collins, manager delle campagne di SeoAnnuaire, consiglia di limitarla a 60 caratteri per evitare che venga troncata nelle pagine dei risultati.

3. Ottimizza la descrizione del tuo video.

Per prima cosa: secondo Google, il limite di caratteri ufficiale per le descrizioni dei video di YouTube è di 1000 caratteri. E mentre va bene usare tutto questo spazio, ricorda che probabilmente il tuo spettatore è venuto qui per guardare un video, non per leggere un tema.

Se scegli di scrivere una descrizione più lunga, tieni presente che YouTube visualizza solo le prime due o tre righe di testo, che equivale a circa 100 caratteri. Dopo questo punto, gli spettatori devono fare clic su "Mostra altro" per visualizzare la descrizione completa. Ecco perché suggeriamo di caricare frontalmente la descrizione con le informazioni più importanti, come CTA o link cruciali.

Per quanto riguarda l'ottimizzazione del video stesso, non fa male aggiungere una trascrizione del video, specialmente per coloro che devono guardarlo senza volume. Detto questo, la ricerca di Backlinko non ha trovato alcuna correlazione tra le descrizioni ottimizzate per una determinata parola chiave e le classifiche per quel termine.

Fonte: Backlinko

Dean sta attento a non incoraggiare l'ammaraggio di una descrizione ottimizzata del tutto, però. "Una descrizione ottimizzata ti aiuta a visualizzare nella barra laterale dei video suggeriti", scrive, "che è una fonte significativa di visualizzazioni per la maggior parte dei canali".

4. Tagga il tuo video con parole chiave popolari che si riferiscono al tuo argomento.

La Creator Academy ufficiale di YouTube suggerisce di utilizzare i tag per consentire agli spettatori di sapere di cosa tratta il tuo video. Ma non stai solo informando i tuoi spettatori - stai anche informando YouTube stesso. Dean spiega che la piattaforma utilizza tag "per comprendere il contenuto e il contesto del tuo video".

In questo modo, YouTube è in grado di associare il tuo video a video simili, che possono ampliare la portata dei tuoi contenuti. Ma scegli i tuoi tag con saggezza. Non utilizzare un tag non pertinente perché pensi che ti consenta di ottenere più visualizzazioni: in effetti, Google potrebbe penalizzarti per questo. E simile alla tua descrizione, porta con le parole chiave più importanti, tra cui un buon mix di quelli che sono comuni e più long-tail (come in, quelli che rispondono a una domanda come "come faccio?").

5. Categorizza il tuo video.

Una volta caricato un video, puoi categorizzarlo in "Impostazioni avanzate". La scelta di una categoria è un altro modo per raggruppare i tuoi video con contenuti simili su YouTube, in modo che si trasformino in diverse playlist e aumenti l'esposizione a più spettatori che si identificano con il tuo pubblico.

Potrebbe non essere così semplice come sembra. In effetti, la Creator Academy di YouTube suggerisce ai professionisti del marketing di seguire un processo completo per determinare a quale categoria appartiene ciascun video. È utile, scrive la guida, "pensare a cosa sta funzionando bene per ogni categoria" che stai considerando rispondendo a domande come:

  • Chi sono i migliori creatori nella categoria? Per cosa sono conosciuti e cosa fanno bene?
  • Ci sono dei pattern tra il pubblico di canali simili all'interno di una data categoria?
  • I video di una categoria simile hanno qualità condivise come il valore di produzione, la lunghezza o il formato?

6. Carica un'immagine di anteprima personalizzata per il link dei risultati del tuo video.

La miniatura del tuo video è la visualizzazione principale dei visualizzatori di immagini durante lo scorrimento di un elenco di risultati video. Insieme al titolo del video, quell'anteprima invia un segnale allo spettatore sul contenuto del video, in modo che possa influire sul numero di clic e visualizzazioni ricevuti dal tuo video.

Mentre puoi sempre scegliere una delle opzioni di anteprima generate automaticamente da YouTube, ti consigliamo vivamente di caricare una miniatura personalizzata. La Creator Academy riporta che "il 90% dei video più performanti su YouTube ha miniature personalizzate", raccomandando l'uso di immagini di 1280x720 pixel - che rappresentano un rapporto 16: 9 - che vengono salvate come 2MB o più piccole .jpg, . gif, .bmp o .png. Se si seguono questi parametri, può essere utile assicurarsi che la miniatura sia di altrettanto alta qualità su più piattaforme di visualizzazione.

È importante notare che il tuo account YouTube deve essere verificato per poter caricare un'immagine di anteprima personalizzata. Per fare ciò, visita youtube.com/verify e segui le istruzioni elencate qui.

7. Utilizzare un file SRT per aggiungere sottotitoli e sottotitoli.

Come gran parte dell'altro testo che abbiamo discusso qui, i sottotitoli e i sottotitoli possono potenziare l'ottimizzazione della ricerca di YouTube mettendo in evidenza parole chiave importanti.

Per aggiungere sottotitoli o sottotitoli al tuo video, dovrai caricare una trascrizione di testo supportata o un file di sottotitoli a tempo. Per il primo, puoi anche inserire direttamente il testo della trascrizione per un video in modo che si sincronizzi automaticamente con il video.

L'aggiunta di sottotitoli segue un processo simile, tuttavia è possibile limitare la quantità di testo che si desidera visualizzare. Per entrambi, vai al tuo gestore video, quindi fai clic su "Video" in "Gestione video". Trova il video a cui desideri aggiungere sottotitoli o sottotitoli e fai clic sulla freccia a discesa accanto al pulsante di modifica. Quindi, seleziona "Sottotitoli / CC". Puoi quindi selezionare il modo in cui desideri aggiungere i sottotitoli o i sottotitoli.

Scopri come aggiungere sottotitoli ai tuoi video di YouTube nel video qui sotto.

8. Aggiungi schede e schermate finali per aumentare il pubblico del tuo canale YouTube.

Carte

Quando guardi un video, hai mai visto una piccola icona circolare bianca con una "i" al centro apparire nell'angolo o una barra di testo traslucida che ti chiede di iscriverti? Quelle sono Carte, che Creator Academy descrive come "notifiche preformattate che appaiono su desktop e dispositivi mobili che puoi impostare per promuovere il tuo marchio e altri video sul tuo canale".

Fonte: Google

Puoi aggiungere fino a cinque carte a un singolo video e sei tipi:

  1. Schede di canale che indirizzano i visitatori su un altro canale.
  2. Donazioni per incoraggiare la raccolta di fondi per conto di organizzazioni non profit statunitensi.
  3. Finanziamenti dei fan per chiedere ai tuoi spettatori di supportare la creazione dei tuoi contenuti video.
  4. Schede di collegamento, che indirizzano gli spettatori a un sito esterno, hanno approvato la piattaforma di crowdfunding o una piattaforma di vendita di merci approvata.
  5. Schede sondaggio, che pongono una domanda agli spettatori e consentono loro di votare per una risposta.
  6. Schede video o playlist, che si collegano ad altri contenuti YouTube di questo tipo.

Per i passaggi dettagliati sull'aggiunta di una scheda al tuo video, segui questi passaggi ufficiali di Google o guarda il video qui sotto.

Schermate finali

Le schermate finali mostrano informazioni simili a quelle delle carte, ma come puoi immaginare, non vengono visualizzate fino a quando un video non è finito e sono di natura un po 'più visivamente dettagliata. Un buon esempio è l'overlay con un'immagine di un libro e un link visivo per visualizzare di più sul video qui sotto:

Fonte: Jamie Oliver su YouTube

Esistono numerose istruzioni dettagliate per l'aggiunta di schermate finali in base al tipo di piattaforma per la quale si desidera progettarle e ai diversi tipi di contenuti consentiti per loro da YouTube. Google descrive i dettagli su come ottimizzare per tutte queste considerazioni qui.

È importante notare che YouTube sta sempre testando le schermate finali per cercare di ottimizzare l'esperienza del visualizzatore, quindi ci sono momenti in cui "la tua schermata finale, come da te designata, potrebbe non apparire". Prendi in considerazione questi fattori quando decidi di utilizzare le schede o gli schermi finali.

Questi fattori possono sembrare un po 'complicati e dispendiosi in termini di tempo, ma ricorda: il tempo trascorso dalle persone a guardare YouTube sulla propria TV è più che raddoppiato di anno in anno. C'è un pubblico da scoprire lì e, quando ottimizzi per YouTube, aumentano le possibilità di essere scoperti.

Ora, la maggior parte dei suggerimenti SEO sopra riportati si basano sull'identificazione di una parola chiave e sulla promozione del video in modo corretto. E non tutti questi suggerimenti possono essere eseguiti tramite YouTube da solo. Per ottenere il massimo dal botto della tua videografia, considera alcuni degli strumenti sottostanti per ottimizzare il tuo video per la ricerca.

1. Esplora parole chiave di Ahrefs

Ahrefs è una piattaforma SEO completa che ti consente di monitorare il posizionamento di un sito web, stimare il traffico organico che riceverai da ciascuna parola chiave e ricercare le parole chiave per le quali potresti voler creare nuovi contenuti.

Una caratteristica popolare di Ahrefs è Keywords Explorer, che ti consente di cercare numerosi dettagli relativi a una parola chiave a cui sei interessato. Come puoi vedere nello screenshot qui sopra, puoi filtrare i risultati delle parole chiave per motore di ricerca, tra cui YouTube .

Ahrefs Keywords Explorer ti offre il volume di ricerca mensile di una parola chiave, il numero di clic ricevuti dai video che classificano per quella parola chiave, le parole chiave correlate e altro ancora.

2. Canva

Potresti conoscere Canva come modello di design per creare tutti i tipi di carte, foto, loghi e altro. Accade così che questo prodotto popolare abbia un Thumbnail Creator solo per i video di YouTube.

Come indicato nei suggerimenti sopra riportati, le immagini in miniatura sono fondamentali per promuovere i tuoi contenuti nei risultati di ricerca di YouTube e invogliare gli utenti a fare clic sul tuo video. Usando Thumbnail Creator di Canva, puoi creare l'immagine di anteprima perfetta per il tuo video in 1280 x 720 pixel: le dimensioni dell'anteprima richieste da YouTube.

3. Strategia dei contenuti di SeoAnnuaire

Il nostro strumento per la strategia dei contenuti, sviluppato qui su SeoAnnuaire, ti consente di trovare parole chiave popolari per le quali creare contenuti e quindi organizzare queste parole chiave in raggruppamenti, quelli che chiamiamo "cluster di argomenti". Ordinando il contenuto in cluster di argomenti, puoi controllare quali parti del contenuto sono correlate tra loro, quali tipi di contenuti hai pianificato e cosa hai già creato.

Mentre le parole chiave che scopri in SeoAnnuaire riflettono la loro popolarità in una ricerca standard di Google, molti di questi argomenti produrranno anche video sulle pagine dei risultati dei motori di ricerca di Google. In questi casi, puoi creare cluster di argomenti che includono sia il blog sia i contenuti di YouTube.

Raggruppare i tuoi contenuti e collegare i video ai post dei blog e viceversa può darti più autorità agli occhi di Google e YouTube, mentre ti offre più modi per catturare il traffico dalle persone che cercano il tuo argomento.

4. Visione vidIQ

Questa è un'estensione di Chrome, disponibile tramite il negozio web di Chrome nel link sopra, che ti aiuta ad analizzare come e perché alcuni video di YouTube hanno un rendimento così buono. Ciò include i tag per i quali è stato ottimizzato il video, il tempo di visualizzazione medio e anche la velocità con cui il video potrebbe guadagnare traffico.

Lo strumento vidIQ fornisce quindi un "punteggio" SEO che puoi utilizzare per creare contenuti che eseguono (o sovraperformano) i risultati che vedi già su YouTube.

5. TubeBuddy

TubeBuddy è una piattaforma video all-in-one che ti aiuta a gestire la produzione, l'ottimizzazione e la promozione dei tuoi contenuti di YouTube. Le sue funzioni includono un traduttore automatico di lingue (che ti aiuta a classificare parole chiave non inglesi), un esploratore di parole chiave, suggerimenti di tag, un rank tracker per i tuoi video pubblicati e altro ancora.

6. Cyfe

Cyfe è una grande suite di software che offre, tra le altre cose, una piattaforma di analisi web. Su questa piattaforma, puoi monitorare il rendimento della pagina su tutte le proprietà del sito web in cui hai contenuto, compreso YouTube, e da dove proviene il traffico di ciascuna pagina.

Oltre all'analisi del traffico, Cyfe può mostrarti quali parole chiave stai classificando e quali sono le più popolari tra i vari motori di ricerca. Sembra molto simile a Google Analytics o Moz, giusto? Questo perché Cyfe ha i dati di entrambi questi strumenti e altro ancora, integrati in esso.

Indipendentemente dal consiglio o dallo strumento SEO con cui inizi, un canale YouTube di successo inizia con buoni contenuti. Assicurati che i tuoi spettatori abbiano qualcosa di importante e di alta qualità da guardare quando ti trovano. Vuoi aiuto passo dopo passo? Scarica la nostra guida gratuita su YouTube per le aziende qui sotto.

Articolo Precedente «
Articolo Successivo