Perché siamo orgogliosi di essere una società di Boston oggi

La maratona di Boston è stata a lungo un evento che celebra il trionfo umano. Tutti noi che siamo orgogliosi di chiamare Boston a casa brindiamo alla dedizione e allo spirito di corridori e volontari che hanno viaggiato da tutto il mondo per la più antica maratona annuale del mondo. La giornata è iniziata con l'anticipazione e l'eccitazione di un tipico giorno del patriota e noi della SeoAnnuaire abbiamo parlato dei nostri amici, colleghi, altri significativi e membri della famiglia che correvano, tifavano e facevano volontariato lungo la rotta della Maratona per festeggiare.

Ieri è finito in modo molto diverso. C'è un significato completamente nuovo per il cuore spezzato alla maratona di Boston, e ha scosso tutti qui a SeoAnnuaire e in tutto il New England fino al midollo. Prima di tornare ai contenuti regolari del nostro blog, abbiamo voluto prendere un momento come azienda per esprimere le nostre sincere condoglianze a tutti coloro che sono stati colpiti dalle tragedie di ieri.

Gli eventi di ieri non definiranno chi siamo come città. L'eroismo e il coraggio che celebriamo ogni anno durante il Patriot's Day sono stati incarnati ieri non solo dai volontari, dai corridori, dai primi soccorritori, dai professionisti della medicina e dai passanti che sono venuti all'aiuto immediato di persone ferite o uccise. Erano incarnati nelle decine di migliaia di persone che offrivano cibo, docce, stanze e assistenza a corridori e visitatori bloccati. E sono stati rafforzati dalla gentilezza, compassione e considerazione espresse a tutti noi a Boston da tutto il mondo.

Continueremo a piangere per quello che è successo ieri, per chiedere perché e per aiutare i nostri vicini e amici a riprenderci dai tragici eventi accaduti. Ma oggi più che mai, SeoAnnuaire è orgoglioso di essere un'azienda di Boston perché siamo circondati da persone incredibili che, anche nei momenti più orribili, non si fermeranno davanti a nulla per mostrare compassione, gentilezza e coraggio.

Credito immagine: jeffgunn

Articolo Precedente «
Articolo Successivo