Vuoi dominare la ricerca organica? Come può aiutare il blog

Abbiamo sempre sentito che il blogging è importante per il nostro posizionamento nei motori di ricerca. Ma come ... perché?

È una di quelle cose che spesso pensiamo che le persone sappiano, ma tu sai cosa dicono di assumere.

Dal momento che non abbiamo spiegato a lungo la connessione tra blog e SEO in profondità, abbiamo capito che è arrivato il momento giusto. Quindi, questo post spiegherà come utilizzare il blogging aziendale per migliorare il tuo SEO e forse mostrare le connessioni che non ti rendevi conto esistessero tra le due discipline. Se inchiodi tutte le cose su questa lista, il tuo SEO ti ringrazierà!

Come migliorare il tuo SEO con il tuo blog aziendale

1) Blog.

Aspetta cosa?

Lo so, sembra ovvio, ma solo ... il blogging ... è uno dei modi più semplici per migliorare le prestazioni di ricerca organica. Perché? Perché ogni volta che scrivi un nuovo post sul blog, crei un nuovo URL per il tuo sito e ogni nuovo URL rappresenta una nuova opportunità per il tuo sito web di essere classificato nella ricerca.

Ora pensaci. Quante altre parti del tuo sito web ti danno l'opportunità di creare una nuova pagina che discute termini importanti per i quali vorresti che la tua attività lavorasse in modo continuo e perpetuo? Non così tanti. (Quante volte è possibile aggiornare realmente la pagina Informazioni su, sai? E quante pagine di informazioni diverse potrebbero essere concepite, comunque?)

Se questo sembra elementare, perdonami - ma è una di quelle cose così ovvie che suscita urla dai tetti. Il blog offre infinite opportunità per il tuo sito web di classificarsi alla ricerca di contenuti di cui il tuo personaggio si preoccupa. Non sottovalutare quanto sia potente.

2) Crea contenuti unici.

Ora che hai acquistato la connessione tra blog e SEO, parliamo di come non rovinarlo. La prima regola empirica è assicurarsi che il contenuto che stai creando non possa essere trovato su altri blog, inclusi i tuoi. Questo è comunemente definito "contenuto duplicato" e ai motori di ricerca non piace.

Certo, probabilmente finirai per scrivere sullo stesso argomento di tanto in tanto, ma scrivere lo stesso argomento da una prospettiva diversa è molto diverso dai contenuti duplicati - e in realtà molto importante per un blog a tutto tondo. Perché? Poiché l'esame di argomenti importanti da più angolazioni ti consente di indirizzare naturalmente una varietà di termini di ricerca long tail. La maggior parte degli argomenti è piuttosto sfaccettata, e le domande che le persone avranno avranno la gamma. Più modi unici puoi affrontare un argomento, più è probabile che tu introduca un traffico di ricerca altamente mirato e aumenti il ​​valore complessivo del tuo sito nel processo.

3) Ottimizza i post del tuo blog per argomenti ... e parole chiave.

Quell'ellissi avrà senso in un minuto.

Quando scrivi post sul blog, è importante utilizzare le parole chiave per le quali desideri classificare, in particolare nei titoli di pagina, nei titoli e nei contenuti del corpo. Non lo nego e dovresti assolutamente ottimizzare i tuoi contenuti on-page per parole chiave importanti.

Tuttavia, otterrete molto più SEO per il vostro blog blogging se vi concentrate maggiormente sulla scelta di argomenti validi. Perché? Perché gli argomenti sono orientati al lettore; le parole chiave, d'altra parte, sono orientate ai motori di ricerca. E tu sai cosa? I motori di ricerca sono nel business di servire i lettori ... quindi, per estensione, sono nel business della promozione dei siti web che servono al meglio i lettori. Ciò significa che i siti web che scrivono argomenti che i lettori vogliono saperne di più sono quelli che vincono, non quelli che cercano di scrivere attorno alle parole chiave. Google è addirittura arrivato ad aggiornare il proprio algoritmo di ricerca per allinearsi meglio con gli argomenti, non con le parole chiave.

In realtà, se si pensa agli argomenti facili da leggere, probabilmente si ottimizzerà naturalmente per le parole chiave, comunque. Quindi pensa ai fantastici post del blog che i lettori vorrebbero ... sai ... leggi ... e le classifiche di ricerca migliori probabilmente seguiranno a causa dell'ottimizzazione naturale delle parole chiave.

4) Include informazioni sull'autore.

Hai mai cercato un argomento e i post del blog visti appaiono con un'immagine come questa?

Questo è ciò che accade quando utilizzi Google+ Authorship. Essenzialmente, rende più facile per i motori di ricerca trovare il tag dell'autore (rel = "autore") e attribuire il contenuto a un singolo leader di pensiero. Anche i post che includono queste informazioni sull'autore beneficiano di percentuali di clic migliori, probabilmente perché è impossibile resistere a una bella foto. ;-)

Oh, immagino che tutta la dimostrazione sociale - vedere quante persone si trovano nelle cerchie di Google+ di un autore - possa avere qualcosa a che fare anche con questo.

5) Disegna un blog con una fantastica esperienza di lettura.

Che ci crediate o no, gli algoritmi dei motori di ricerca possono effettivamente rilevare se un blog fornisce una buona esperienza utente - e lo considerano nella loro decisione di far emergere il contenuto nelle SERP. E ha senso; I motori di ricerca sono nel business di riemergere i contenuti che renderanno i loro clienti più felici. Perché non desiderano un'esperienza di lettura di prim'ordine per i contenuti del blog che scelgono di affinare?

Essere in grado di navigare in una pagina, trovare i post del blog che stai cercando e persino utilizzare la funzionalità di tagging per cercare altri articoli simili sono estremamente importanti per un'esperienza utente positiva su un blog. Diamo un'occhiata al blog di TemboStatus come esempio:

Il loro design è incredibilmente semplice da digerire: è possibile identificare immediatamente il titolo, l'autore e la data di pubblicazione e sulla destra è possibile cercare i post per argomento o per mese. Puoi anche fare clic sul tag topic direttamente sul post per portarti ad altri argomenti simili. Questo blog è un ottimo esempio di esperienza utente fenomenale perché è facile da usare e progettato per essere visivamente accattivante.

Nota: i motori di ricerca stimano anche i tempi di caricamento rapidi, specialmente su connessioni più lente come i dispositivi mobili. Questo dovrebbe essere considerato parte integrante dell'esperienza utente del tuo blog se vuoi davvero mettere il tuo SEO fuori dal parco.

6) Assicurati che il tuo blog sia reattivo.

Secondo Google, il 79% degli utenti a cui non piace quello che trovano su un sito mobile, in realtà cercherà le informazioni di cui hanno bisogno su un altro sito . Come prevedi questo tipo di rimbalzo? Il tipo di rimbalzo che segnala a Google che i tuoi contenuti non sono così caldi? Bene, il design reattivo è una parte enorme di esso.

Il design reattivo, se non conosci il termine, significa che il tuo sito web è costruito in modo tale che si adatti a qualsiasi dispositivo tu lo stia visualizzando. Quindi, se guardi questo post sul tuo cellulare, apparirà diverso da quello che appare su questo desktop - il contenuto "risponde" correttamente al dispositivo su cui viene visualizzato.

Le persone utilizzano i loro dispositivi mobili più che mai per navigare in Internet. Tuttavia, se il tuo blog non risponde ai dispositivi mobili e tablet, è più probabile che i lettori trovino altrove le stesse informazioni o informazioni simili. Consulta il nostro Device Lab gratuito se non sei sicuro che il tuo sito web sia reattivo.

7) Costruisci il tuo sito per essere condiviso attraverso i social network.

Abbiamo parlato di motori di ricerca come aziende: il loro prodotto è un motore di ricerca di qualità, e il loro cliente è ... tutti noi. Qual è un modo in cui possono assicurare che i contenuti che vengono pubblicati siano approvati dalla comunità?

Chiedendo a tutti noi di votare il miglior contenuto.

Questo è esattamente il punto in cui entra in gioco la condivisione sociale dei contenuti. Probabilmente hai sentito che il tuo blog dovrebbe avere pulsanti di condivisione social su di esso, ma potresti non sapere perché. Se molte persone condividono i contenuti del tuo blog sui social media, è un buon segno per i motori di ricerca che si tratta di un contenuto di qualità e non sembreranno stupidi per averlo fatto emergere.

E hey, ricorda cosa abbiamo detto del responsive design? Inserendo i pulsanti di condivisione social sul tuo sito reattivo, sarà facile per i tuoi visitatori condividere i tuoi contenuti su più dispositivi. Dopo tutto, non vuoi perdere potenziali condivisioni dei tuoi contenuti solo perché qualcuno li sta guardando su dispositivi mobili, giusto? Destra.

Quali altre opportunità ci sono per migliorare il tuo SEO attraverso i blog? Condividi la tua esperienza nei commenti.

Articolo Precedente «
Articolo Successivo