Vendita ai cyborg: marketing nell'era di Google Glass

Qualche anno fa, Scott Adams (il "Dilbert") ha scritto un post sul blog piuttosto provocatorio in cui sosteneva che se porti sempre con te uno smartphone, allora sei praticamente diventato una specie di cyborg. Adams ha affermato che lo smartphone rappresenta un "esagerato" che aumenta la potenza del tuo debole cervello biologico.

Ma gli smartphone erano solo l'inizio. Presto avremo il Project Glass di Google e altre tecnologie indossabili come Electricfoxy's Ping, un "indumento di social networking". Se accettiamo di essere già (una specie) cyborg a causa dei nostri smartphone, cosa diventeremo quando saremo tutti con gli occhiali Exobrain di Google?

Certo, Google Glass è di per sé solo un primo passo nella continua invasione della tecnologia sul nostro corpo, e il tutto solleva un sacco di domande affascinanti, molte delle quali incredibilmente profonde. Cosa significa essere umani? La tecnologia permetterà alle persone di raggiungere una sorta di immortalità? In tal caso, quali persone riceveranno un biglietto d'oro e quali saranno lasciati indietro? Quali saranno le implicazioni economiche e culturali? La nostra società si dividerà in abbienti e poveri? Che ne sarà dei prole che non possono permettersi gli impianti e devono rimanere puramente biologici? Alcune persone resisteranno alla tecnologia e scelgono di rimanere non aumentate, nonostante gli svantaggi?

Ma hey - questo è un blog sulla vendita di cose. Quindi andiamo al sodo. Man mano che i consumatori diventano sempre più simili ai cyborg, come li venderemo?

The Cyborg Persona

Facciamo alcune ipotesi formulate sugli early adopter di queste nuove tecnologie e su come saranno:

  • Avranno a disposizione più informazioni e più potenza di calcolo.
  • Saranno in grado di setacciare rapidamente big data set e prendere decisioni più intelligenti.
  • Saranno migliori nel sintonizzare messaggi che non vogliono.
  • Saranno, al contrario, più ricettivi ai messaggi che si allineano ai loro interessi.

Una cosa che sembra certa è che più persone si potenziano con la tecnologia e diventano parte dell '"Internet immersivo" (indossabili, sensori domestici, intelligenza cotta in ogni cosa) e, man mano che le persone diventano sempre più potenziate dalle informazioni, le tradizionali tecniche di marketing in uscita diventare sempre meno efficace.

Siamo spiacenti, l'annuncio non viene calcolato

Le agenzie pubblicitarie stanno morendo dalla voglia di mettere le mani su Google Glass. Ma per ora, Google ha (saggiamente) detto agli sviluppatori che non possono pubblicare pubblicità sulla piattaforma Google Glass, forse perché Google si rende conto che la pubblicità interruttiva rovinerebbe l'esperienza. (E / o forse perché Google vuole mantenere tutto quel business pubblicitario per sé).

Se gli annunci pubblicitari di qualche tipo finiscono su Google Glass, non penso che funzioneranno a meno che non siano così nuovi e così diversi che le persone non li considerano affatto come "annunci pubblicitari".

La fine della pubblicità tradizionale sta già accadendo comunque, ma ora la tendenza accelererà.

Come Jeff Rosenblum di Questus, un'agenzia digitale, ha sottolineato nel suo documentario "The Naked Brand" (un must-see se lavori nel marketing), le pubblicità hanno smesso di funzionare non solo perché le persone stanno migliorando nel sintonizzarle, ma anche perché la pubblicità tradizionale è stata costruita per un mondo a bassa informazione.

Le pubblicità tradizionali sono state create per un mondo in cui c'era un divario tra la piena verità e ciò che il consumatore medio conosceva. La pubblicità ha tentato di colmare questa lacuna - spesso, sfortunatamente, con cazzate.

Ma Internet mette più informazioni nelle mani dei consumatori e questo divario di conoscenze continua a ridursi. Quindi c'è meno spazio per le cazzate.

Nell'era dell '"internet immersivo", il divario si restringerà ulteriormente.

Per essere sicuro, questo accadrà in modo non uniforme. Alcuni consumatori saranno meglio informati di altri. Alcuni domini rimarranno più cazzoni di altri.

Ma la tendenza generale sarà verso una maggiore trasparenza e maggiori informazioni. IQ del consumatore continueranno a salire.

Il presidente di Google Eric Schmidt ha recentemente descritto i nostri smartphone come "front-end per un supercomputer". E la tecnologia che stiamo usando oggi è primitiva rispetto a quella che avremo entro la fine di questo decennio.

Esperienze amabili

Alcuni marchi stanno già inventando modi intelligenti per pensare all'utilizzo di Google Glass. Un grande esempio è JetBlue, che ha dimostrato alcuni interessanti utilizzi per Google Glass in un recente post sul suo blog aziendale BlueTales.

L'idea è piuttosto semplice: usa la piattaforma per fornire informazioni davvero utili. Dare a qualcuno poteri magici di "vedere" in un garage e sapere se ci sono spazi disponibili. Rendi più facile l'intera esperienza dell'aeroporto. Risparmia tempo per le persone. Dare loro un fattore "wow". Fai qualcosa che ti sembra magico.

Fondamentalmente, questo è inbound marketing. Ed ecco come appare:

Niente più trucchi

In quell'epoca di intelligenza ambientale - di informazioni ovunque - il marketing dovrà essere contestuale e i marchi dovranno allineare i loro interessi con gli interessi dei loro potenziali clienti e clienti. Avranno bisogno di ascoltare e imparare. Avranno bisogno di fornire qualcosa di valore, qualcosa che i consumatori effettivamente hanno bisogno e vogliono. Qualcosa che i consumatori possono amare .

Questo è ciò che fa l'inbound marketing. Ecco perché è così potente e trasformativo. Ecco perché il marketing inbound ha avuto successo nell'era dei consumatori che hanno accesso a Internet e perché, nell'era futura dei computer indossabili e di Internet immersiva, il marketing inbound avrà più senso che mai.

Articolo Precedente «
Articolo Successivo