• Principale
  • >
  • marketing
  • >
  • Come la leggenda del marketing Guy Kawasaki gestisce la sua presenza sui social media

Come la leggenda del marketing Guy Kawasaki gestisce la sua presenza sui social media

Guy Kawasaki è un consulente speciale per la business unit Motorola di Google. È anche l'autore di APE, What the Plus ! , Enchantment e di altri nove libri. SeoAnnuaire ha invitato Guy a svelare i segreti dietro i suoi profili di social media incredibilmente attivi e popolari che gli permettono di raggiungere milioni ogni giorno.

Molte persone mi chiedono come gestisco i miei account sui social media (e altri mi inventano cose piuttosto che capire cosa faccio). Ecco i dettagli cruenti e interiori di quello che faccio. Forse potresti trovare alcuni dei miei metodi utili per aiutarti a ottenere il massimo dai social media.

cinguettio

Su Twitter, sono @GuyKawasaki. Le mie pratiche su Twitter sfidano le raccomandazioni dei social media "schmexperts" (schmuck + esperti) per postare manualmente un numero limitato di tweet e non utilizzare l'automazione, la ripetizione, i contributori e i ghostwriter.

Non sono mai stato nella lista degli utenti consigliati di Twitter e ho più di 1, 2 milioni di follower. Attribuisco questo successo alla fornitura di molti link interessanti che le persone retweet. Questi retweet mi espongono a molte persone che poi mi seguono. Ci sono cinque fonti (sì, a cinque - count 'em) che alimentano il mio account Twitter:

1) HolyKaw

Ho co-fondato un sito Web chiamato Alltop. La metà di esso è un'aggregazione di 30.000 feed RSS organizzati in 1.500 argomenti che vanno dall'adozione alla zoologia. L'altra metà è un sito web chiamato HolyKaw.

HolyKaw fornisce un flusso continuo di storie interessanti e diverse che dovrebbero suscitare la risposta, "Holy cow!" (Holycow.com è stato preso ma dal momento che il mio nome è pronunciato "Cow-asaki", ho pensato che HolyKaw avrebbe funzionato).

I post su HolyKaw sono brevi riassunti di storie, una foto o un video per illustrare la storia e un link alla fonte. Circa venti persone / organizzazioni hanno accesso a livello di contributore a HolyKaw.

Ne paghiamo diversi come editori: non sono "stagisti" nel senso di studenti non retribuiti. Anche organizzazioni come Futurity e National Geographic hanno accesso a livello di contributore perché pubblicano costantemente storie fantastiche.

Il titolo di un post di HolyKaw, ad esempio "Compilazione di storie su introversi, estranei e solitari", genera automaticamente tweet che escono attraverso un'app personalizzata chiamata GRATE, per "Il motore di Twitter automatizzato ripetuto di Guy". Questi leggermente modificati i tweet appaiono quattro volte, otto ore di distanza.

La ragione dei tweet ripetuti è quella di massimizzare il traffico e quindi le vendite pubblicitarie. Ho scoperto che ogni tweet ottiene approssimativamente la stessa quantità di clickthrough. Perché ottenere 600 visualizzazioni di pagina quando è possibile ottenere 2.400? Come CNN, ESPN e NPR, forniamo contenuti ripetutamente perché le persone vivono in fusi orari diversi e hanno abitudini di social media diverse.

2) Post di Google+ ricollocati

Altre tre persone pubblicano anche su HolyKaw tramite Google+: Peg Fitzpatrick, Trey Ratcliff e me. (Lo spiego nella sezione Google+ di seguito.)

3) Post Facebook.com riproposti

Peg Fitzpatrick gestisce la pagina del marchio Facebook.com/guysco. Quando pubblica post qui, vengono automaticamente visualizzati come tweet.

4) I miei commenti e risposte

Uso Tweetdeck per rispondere a @ -ions di @Guykawasaki, nonché per indirizzare i messaggi. Se vedi una risposta tweet, sono sempre io - mai nessun altro.

5) Tweet promozionali

Infine, se vedi un tweet che promuove i miei libri, apparenze o investimenti, è quasi sempre uno che ho postato con Tweetdeck o che Peg Fitzpatrick ha programmato con HootSuite.

Google+

Su Google+, sono GuyKawasaki e Google+ è il nucleo della mia esistenza sui social media. È il Macintosh dei social media: meglio, utilizzato da un minor numero di persone e spesso condannato dagli esperti. A differenza di altri profili di social media che possiedo, nessun altro mai post, risponde o commenta su Google+ come me.

Il mio orientamento verso Google+ (e i social media in generale) è quello che io chiamo il modello NPR. Il mio ruolo è quello di curare buone storie che intrattengano, illuminino e ispirino le persone 365 giorni all'anno. Il mio obiettivo è quello di guadagnare il diritto di promuovere i miei libri, aziende o cause a loro proprio come NPR guadagna il diritto di eseguire raccolte di fondi di telethon di volta in volta.

I miei post spaziano dai racconti in prima persona di un turista nero in Cina, a quello che è successo ad Allen Iverson dopo la sua carriera nell'NBA e ai regali di Air New Zealand. Uso cinque risorse principali per trovare storie da pubblicare:

1) Il mio account Alltop

Questa è una compilation personalizzata dei feed RSS di siti Web come In Focus, The Big Picture, YouTube e NPR, che sono madrine di grande contenuto. Questo è il mio carrello acquisti one-stop per i contenuti.

2) HolyKaw

Sì, pubblico ciò che i miei contributori pubblicano come me (cioè sotto il mio nome) perché i contributori di HolyKaw sono spesso migliori di me rispetto a me. Pensa a quello.

3) Cos'è il feed caldo di Google+

Pensa a questo come a una storia di crowdsourcing. La bellezza di questo feed è che sai che le persone hanno già giudicato le storie come buone, anche se tende ad essere pesante su notizie Android e citazioni di ispirazione.

4) Le storie più popolari

Quando sto verificando le storie delle prime due fonti, guardo gli elenchi "Più email" e "Più popolari" sul lato destro della maggior parte dei siti web. Questi spesso danno grande materiale. Ho anche compilato una raccolta di feed più e-mail e più popolari su Most-Popular.alltop per renderti ancora più facile.

5) Puntatori da vari amici e familiari

Molte persone sanno che sono a caccia di buoni contenuti, quindi mi mandano contatti. Questi sono quasi sempre abbastanza buoni da postare.

Alcuni dei miei post Google+ superano il test "Holy Cow!" E c'è un plug-in per pubblicare post di Google+ su un blog WordPress. Ciò significa che posso selezionare i miei post di Google+ per HolyKaw. (Cerca l'hashtag "HolyKaw" per vedere quali appariranno in HolyKaw e in seguito su Twitter.)

Peg Fitzpatrick, Trey Ratcliff e io usiamo questo metodo per selezionare alcuni dei loro post di Google+ da includere in HolyKaw. Lo fanno per ottenere ulteriore visibilità dal momento che questi post vengono twittati ai miei 1, 2 milioni di follower su Twitter quattro volte otto ore di distanza attraverso la macchina HolyKaw GRATE.

Tre suggerimenti di potere di Google+

Adoro Google+, quindi lascia che ti fornisca questi suggerimenti per l'utilizzo del servizio:

1) Trova in qualsiasi momento, ma pubblica quando sei convincente .

Spesso mi alzo nel bel mezzo della notte e controllo Alltop e il feed What's Hot di Google+ sul mio Nexus 7. Quando trovo qualcosa di buono, lo condivido con una community privata di Google+ con un solo membro: me. Quando mi sveglio al mattino, vado in questa comunità per vedere quali storie ho trovato in una condizione meno convincente e scrivere un post.

2) Pianifica i post di Google+.

Esistono diversi modi per pianificare i post di Twitter, Facebook, LinkedIn e Pinterest utilizzando vari strumenti. Tuttavia, Google+ rende più difficile di quei servizi. Ci sono due modi per farlo, comunque. Innanzitutto, c'è Do Share, un'estensione di Chrome. In secondo luogo, se si dispone di un account aziendale HootSuite, è possibile pianificare una pagina aziendale Google+ (anziché un profilo personale). Poiché il mio focus su Google+ è sul mio profilo personale, non utilizzo il metodo HootSuite.

3) Sbarazzati dei troll .

Sii un duro: liberati di persone che ti irritano. Pensa ai tuoi post Google+ come alla tua piscina. Se le persone fanno pipì, buttale fuori. Ci sono alcune persone che ti servono per uscire dalla tua vita sui social media. Un'estensione di Chrome chiamata Nuke Comments è una soluzione piacevole perché consente di eliminare un commento, bloccare la persona e denunciarlo con un clic.

Facebook

Ho due personas su Facebook: Facebook.com/guy e Facebook.com/guysco. Il primo è un profilo personale e il secondo è una pagina di marca. Li gestisco diversamente.

Innanzitutto, un assistente virtuale controlla il mio account Google+ e aggiunge manualmente la maggior parte dei miei post Google+ a Facebook.com/guy utilizzando Buffer. (Divulgazione: raccomando Buffer.)

Esistono plugin che possono pubblicare automaticamente post di Google+ su Facebook. Tuttavia, ogni post di Google+ non è appropriato per Facebook, e non c'è modo per me di etichettare quelli che sono appropriati. Quindi, un umano deve prendere una decisione, scaricare la foto o il link di incorporamento di YouTube, apportare modifiche minori come rimuovere il "+" in + menzioni Google+ e pubblicare su Facebook.

Controllo i commenti su Facebook.com/guy e rispondo a loro quanto più tempo lo consente. Il mio assistente virtuale non agisce mai da me, quindi o rispondo o non c'è alcuna risposta.

In secondo luogo, per Facebook.com/guysco, Peg Fitzpatrick, di cui ho parlato prima, pubblica tutti i post su questa pagina e queste storie diventano automaticamente tweet. Questa pagina Facebook è uno sforzo di branding per "le società di Guy", che sono principalmente i miei libri.

LinkedIn

Su LinkedIn, sono Guy Kawasaki. L'assistente virtuale che prende i miei post di Google+ e li pubblica su Facebook utilizza la stessa procedura per LinkedIn utilizzando Buffer. Una delle cose più interessanti di Buffer è che puoi postare su Facebook e LinkedIn contemporaneamente, quindi è facile.

Raramente ci sono commenti sui miei post su LinkedIn, quindi raramente visito i miei post per rispondere - ovviamente, questo potrebbe essere un processo che si autoavvera. Ma devo tracciare la linea da qualche parte, o non giocherò mai a hockey durante il giorno, che è una componente chiave della mia felicità.

Pinterest

Su Pinterest, sono Guykawasaki, ma Peg Fitzpatrick gestisce la mia presenza su Pinterest. Ci sono due ragioni: in primo luogo, non ho abbastanza tempo per fare un buon lavoro con più di tre servizi (la mia priorità, nell'ordine, è Google+, poi Twitter, poi Facebook).

Secondo, non ho la salsa magica di Peg per gestire Pinterest così come merita la community di Pinterest. Parte del fare bene i social media è sapere cosa non sai e cosa non puoi fare bene e poi trovare qualcuno che lo faccia.

Conclusione

Non avere l'impressione che ci sia un enorme gruppo di persone che fa ciò che ho descritto sopra. Il totale di tutte le risorse, escluse le mie attività, è approssimativamente un equivalente a tempo pieno. Inoltre, trascorro dalle tre alle quattro ore al giorno a creare i miei post e commentare e rispondere.

Per riassumere, ecco un rapido riassunto per rivedere i miei metodi di social media:

Twitter : Generalmente generato dai titoli delle storie di HolyKaw, quattro volte, otto ore di distanza; contributi via Google+ e Facebook; e tweet promozionali manuali.

Google+ : solo a me. Pensa a me come a Mike Rowe di Google+: sono disposto a fare i "lavori sporchi".

Pinterest: Peg Fitzpatrick agisce come me.

Facebook e LinkedIn: assistente virtuale che ripubblica alcuni dei miei post di Google+.

Di nuovo, nessuno risponde come me (nel bene e nel male, come ho imparato a volte) sui social media, anche se molte persone diverse possono essere dietro un post.

Questo è il modo in cui gestisco la mia presenza sui social media a partire da maggio 2013. Spero che qui ci siano delle tecniche che è possibile utilizzare. Resta sintonizzato, perché le mie procedure sono in continua evoluzione.

Articolo Precedente «
Articolo Successivo