• Principale
  • >
  • marketing
  • >
  • Google lancia una riprogettazione drammatica di Google+, enfatizzando il contesto e l'individuazione del contenuto

Google lancia una riprogettazione drammatica di Google+, enfatizzando il contesto e l'individuazione del contenuto

Potresti esserti preso il disturbo di alcuni degli annunci che uscivano dalla conferenza I / O di Google negli ultimi due giorni. E mentre ieri abbiamo fatto alcune osservazioni di alto livello su come l'enfasi di quest'anno sembra essere sul contesto, c'è stato un annuncio che pensavamo meritasse più della nostra attenzione: la riprogettazione completa di Google+.

Uhh ... sì. Ti è mancato? Abbiamo anche sorvolato. Quindi, in questo post, sceglieremo cosa c'è di diverso sul nuovo look di Google + - che Google sta sviluppando nel corso della prossima settimana - e cosa significano questi cambiamenti per i marketer come te.

Cosa c'è di nuovo con Google+?

Per prima cosa dai un'occhiata alle modifiche a Google+ in questo video di 57 secondi di Google:

Se non riesci a ricordare, ecco una rapida, molto recente esplosione dalla schermata precedente che mostra come Google+ era solito guardare, grazie a TechCrunch:

Ora sulle specifiche. Ecco cosa c'è di nuovo ed entusiasmante nella riprogettazione di Google+:

1) Coerenza tra i dispositivi

Secondo uno studio di Google del 2012 sull'uso del multischermo, il 90% delle persone si sposta tra i dispositivi per raggiungere un obiettivo. In altre parole, le persone possono iniziare a leggere un'e-mail sul proprio telefono sul treno di casa dal lavoro, ma finiscono di leggerlo a casa sul proprio tablet - o magari guardano uno spot in TV e poi si girano verso il loro laptop per cercare il prodotto. Sulla base di ciò che sappiamo sulle abitudini multischermo degli utenti, non c'è da meravigliarsi se le modifiche apportate al design di Google su Google+ cercano di raggiungere la coerenza su tutti i dispositivi. Mentre il tablet e le app mobili di Google+ avevano già ottenuto un aspetto coerente, prima della riprogettazione, questa stessa coerenza era mancata nella piattaforma web. La riprogettazione di Google+ rende l'esperienza su tutti i dispositivi molto più coesa attraverso le seguenti modifiche ...

2) Colonne multiple

A seconda delle dimensioni e dell'orientamento dello schermo, gli utenti di Google+ ora possono vedere una, due o tre colonne di contenuti sul loro stream principale di Google+, i loro profili personali e le Pagine di attività di Google+. Ecco come appare la pagina Google+ di SeoAnnuaire, ad esempio:

Molto Pinterest-esque, ho ragione?

3) Media di dimensioni maggiori

Analogamente ai contenuti speciali visualizzati in modo più visibile che vedi su Facebook, gli utenti di Google+ noteranno che determinati contenuti multimediali come foto e video a volte occupano la larghezza dell'intero flusso Google+, come puoi vedere nell'esempio seguente. Tuttavia, non è chiaro in che modo Google decide quali carte (ad es. I singoli post che assomigliano a riquadri o "carte") vengono visualizzate in modo più evidente, e sfortunatamente, questo non sembra essere qualcosa su cui singoli editori o amministratori di pagine hanno il controllo.

Anche le foto di copertina, sia sui profili personali che sulle pagine di lavoro, sono state fatte saltare in aria in modo significativo (antipatico, secondo me). Di conseguenza, è importante che i professionisti del marketing si assicurino che l'immagine che usano per la foto di copertina della loro pagina aziendale sia ad alta risoluzione. Quando si tratta di ridimensionare, Google+ indica che le immagini di copertina devono avere almeno 480 pixel di larghezza e 270 pixel di altezza.

4) Animazioni

Gli utenti di Google+ noteranno anche che molte funzionalità sono ora animate, aumentando l'interattività del social network. Ad esempio, la barra laterale di navigazione scorre da sinistra quando si passa con il mouse sopra l'icona Home in alto a sinistra, la casella di condivisione rimbalza verso il centro dello schermo e le carte ruotano e si dissolvono (di più su questo a breve).

5) hashtag correlati

Uno dei limiti dell'ex design di Google+ era la mancanza di profondità. Mentre gli utenti potevano scorrere su e giù per scansionare i post, non c'era davvero modo di approfondire ed esplorare ulteriormente un argomento particolare. La riprogettazione risolve per questo aggiungendo automaticamente hashtag al contenuto che condividi. Google+ esaminerà il tuo post per determinare di cosa si tratta, l'hashtag di conseguenza e quindi classificherà le conversazioni pertinenti attraverso la rete. Quando gli utenti fanno clic sull'hashtag, la carta si gira e gli utenti possono sfogliare i contenuti correlati proprio lì (vedi sotto). Gli utenti possono anche aggiungere i propri hashtag o rimuovere quelli generati automaticamente da Google ogni volta che lo desiderano.

6) App stand-alone Hangouts

Google+ ha trasformato Hangouts in un'applicazione gratuita e autonoma che include funzionalità di testo, condivisione di foto e video dal vivo, disponibile per Android, iOS e desktop. La versione rinnovata di Hangouts offre una messaggistica più ricca e reattiva; storie di conversazione; notifiche che si sincronizzano sui tuoi dispositivi (quindi li vedi solo una volta); e chat video gratuiti faccia a faccia. È anche disponibile praticamente ovunque: scarica Hangout da Google Play, App Store e Chrome Web Store oppure accedi a Gmail o Google+.

7) Nuove funzionalità fotografiche

L'ultima serie di nuovi annunci Google+ ha a che fare con le sue nuove funzionalità fotografiche, che includono cose interessanti come ...

  • Esegui automaticamente il backup delle foto scattate con i tuoi dispositivi mobili, man mano che le acquisisci
  • Evidenzia automaticamente le foto di qualità superiore e elimina i duplicati, le immagini sfocate e le esposizioni difettose
  • Miglioramento automatico delle foto per migliorare elementi come luminosità, contrasto, ecc.
  • Animazione automatica di una sequenza di foto o raggruppamento di foto in un singolo collage

Ecco cosa stiamo trattando, marketers

Pensando alla riprogettazione di Google+, sto prendendo in considerazione tre temi principali di marketing: 1) enfasi sul contesto, 2) enfasi sulla scoperta dei contenuti e 3) un'enfasi sul contenuto visivo.

1) Un'enfasi sul contesto

Nessuna sorpresa qui, soprattutto considerando che il contesto sembra essere il tema dominante della conferenza I / O di quest'anno - oltre a un tema molto caldo per i marketer di questi tempi. Abbiamo già parlato di come sfruttare le informazioni contestuali per informare il tuo marketing inbound può renderlo molto più potente ed efficace e le nuove funzionalità di Google + come gli hashtag correlati sono chiaramente finalizzate a fornire contenuti più pertinenti e contestuali ai propri utenti. Come marketer, utilizza questo a tuo vantaggio, taggando i tuoi post di Google+ con hashtag rilevanti per rendere i tuoi contenuti più rilevabili. Il che mi porta al tema numero dos ...

2) Un'enfasi sulla scoperta dei contenuti

A prescindere dall'elemento di scoperta che gli hashtag associati offrono al tavolo, la riprogettazione su Pinterest di Google+ rende molto più facile la scoperta dei contenuti, facendo emergere di più, i contenuti meglio scansionabili attraverso il nuovo design a riquadri. E anche se sembra che ci sia un algoritmo dietro al quale le immagini e i video di Google decidono di apparire più prominenti, i marketer dovrebbero riconoscere la possibilità che i contenuti visivi che condividono possano apparire in primo piano rispetto ai contenuti testuali. (Amico, questi segues sono inquietanti ...)

3) Un'enfasi sul contenuto visivo

Con la sua somiglianza simile a Pinterest, non c'è dubbio che la riprogettazione di Google+ attribuisce maggiore importanza al contenuto visivo. Nessuna sorpresa, data l'efficacia dei contenuti visivi nei social media. Il take-away qui per i marketer è piuttosto semplice: investire nella creazione di contenuti visivi. Soprattutto considerando la possibilità che Google+ possa mettere in risalto i tuoi contenuti visivi, i marketer che eccellono nella creazione di contenuti visivi hanno una migliore opportunità di distinguersi dagli altri contenuti negli stream Google+ degli utenti.

Cosa ne pensi della riprogettazione di Google+? Quali altri takeaway pensate si applicano ai professionisti del marketing? Scopri di più su come adattare la tua strategia di marketing Google+ al nuovo design nel nostro ebook aggiornato di recente, Introduzione a Google for Business: Guida all'impostazione e alla strategia per gli esperti di marketing .

Articolo Precedente «
Articolo Successivo