• Principale
  • >
  • marketing
  • >
  • 7 passaggi per diventare un marketer in tempo reale di livello mondiale

7 passaggi per diventare un marketer in tempo reale di livello mondiale

Ultimamente, il marketing in tempo reale è la parola d'ordine del giorno. Mentre la nozione di marketing in tempo reale è in circolazione dalla metà degli anni '90, la pratica ha guadagnato vigore dopo l'annuncio "Dunk in the Dark" di Oreo, creato subito dopo l'interruzione di corrente durante il Super Bowl di quest'anno.

Poi, poco dopo il Super Bowl - durante gli Oscar - sembrava praticamente che ogni marchio sviluppasse pubblicità di Dunk in the Dark. Il punto che sto cercando di fare non è che la maggior parte dei marketer siano dei lemming incapaci di impedirsi di saltare immediatamente sul prossimo oggetto nuovo e brillante. In effetti, una piccola sperimentazione di marketing in tempo reale non è assolutamente una brutta cosa, quindi in questo post evidenzieremo i passi necessari da intraprendere per essere un efficace marketer in tempo reale.

La differenza tra marketing in tempo reale e newsjacking

Prima di esplorare il processo attraverso il quale un brand può eseguire il marketing in tempo reale, chiariamo un po 'di confusione confrontando e contrastando il marketing in tempo reale con un'altra tattica in tempo reale, il newsjacking. Il newsjacking, come definito da David Meerman Scott nel suo libro, Newsjacking, è "il processo mediante il quale si iniettano le proprie idee o le proprie angolazioni in notizie in tempo reale, al fine di generare copertura mediatica per se stessi o per la propria attività".

Con il newsjacking, l'obiettivo è di attirare la copertura dei media allineando il messaggio del brand con le ultime notizie in un modo che rende molto facile e convincente per un giornalista menzionare il tuo marchio. D'altra parte, mentre il marketing in tempo reale (RTM) riguarda anche l'allineamento del messaggio del brand con notizie, tendenze e meme, l'obiettivo è farlo in modo da incoraggiare le persone, non necessariamente i giornalisti, a identificarsi e condividi il tuo messaggio sui social network.

In breve, con il newsjacking, il risultato finale è di convincere i giornalisti a scrivere di un marchio. Con il marketing in tempo reale, il risultato finale è far sì che i consumatori condividano, twittano, Mi piace, ecc. Mentre i due approcci sono certamente molto simili, ci concentreremo sui sette passi che puoi compiere per mettere in moto e padroneggiare marketing in tempo reale. Questi passaggi, molto simili al marketing in tempo reale, sono più concomitanti di quelli cronologici.

Come fare il marketing in tempo reale come un capo

1) Determina i flussi rilevanti

Prima di prendere in considerazione la possibilità di implementare il marketing in tempo reale, devi identificare le conversazioni relative al tuo brand. La maggior parte del tuo pubblico usa Twitter? Sono drogati di informazioni che non possono vivere senza Quora? Si concentrano maggiormente sugli aspetti visivi di un determinato argomento e, quindi, sono più propensi ad essere attivi su Pinterest o Instagram? Sono drogati di notizie che si tuffano in profondità in argomenti su Digg, Reddit o StumbleUpon? Forse sono delle farfalle sociali che si alzano al mattino e accendono Facebook ancora prima di asciugarsi gli occhi dai loro occhi.

Comprendi la mentalità del tuo pubblico. Comprendere le loro abitudini, tendenze e inclinazioni sui social media. Scopri quali sono i quartieri dei social media che frequentano. Diventa tranquillamente un "vicino di casa" e osserva. Chi taglia la loro erba per prima cosa al mattino? Chi tira fuori la spazzatura nel bel mezzo della notte? Per aiutarti a determinare quale social network popola il tuo pubblico, controlla questo post su 8 domande per determinare se un social network merita il tuo tempo.

2) Organizza il flusso

Non puoi capire o dipingere un'immagine chiara di una conversazione a meno che tu non abbia tutti i pezzi in un posto. Dal punto di vista dei dadi e bulloni, questo potrebbe voler dire usare un social media monitoring o uno strumento di engagement come SeoAnnuaire o HootSuite (che si integrano tra loro, comunque). Da un punto di vista più strategico, ciò significa avere tutti i decisori nella stessa stanza o, quantomeno, collegati in un modo che permetta di prendere decisioni rapide e agili basate sul flusso della conversazione. Questo è esattamente ciò che ha reso possibile l'annuncio di Oreo Dunk in the Dark. I responsabili delle decisioni dell'agenzia e del team di marketing erano tutti in una stanza, consentendo la concettualizzazione immediata, l'approvazione e la pubblicazione dell'annuncio.

3) Capire il "flusso"

Una volta identificato il vicinato del tuo pubblico, devi familiarizzare con "lo stream". E per flusso intendo il flusso di contenuti relativi a una particolare area di interesse per il tuo marchio. Questo può essere ampio quanto il già citato Super Bowl o Oscar, oppure può essere un flusso di contenuti molto più piccolo che si concentra su un evento o una particolare attenzione per il tuo marchio come il flusso di contenuti che circonda una fiera di settore o un programma televisivo rilevante.

Ad ogni modo, familiarizzare con il tenore e il tono della conversazione. Identifica i partecipanti. Se l'evento è pianificato, dai un'occhiata ai flussi di contenuti passati che circondano una precedente iterazione dell'evento o dell'argomento. In poche parole, è come entrare in una conversazione a un cocktail party. Non vai semplicemente al gruppo e fai uscire la prima cosa che ti viene in mente senza prima ascoltare educatamente la conversazione. Ascolta. Imparare. Ottieni il contesto.

4) Determinare l'influenza e la pertinenza

Mentre è fondamentale determinare quando, dove e con chi ha luogo la conversazione, l'importanza relativa della conversazione dovrebbe essere di maggiore interesse per te come marketer. È rilevante per il tuo marchio? Quanto "grande" è la conversazione? Sono chiacchiere inutili, o c'è una pepita di importanza su cui aggrapparsi? La conversazione consente la collocazione di contenuti contestuali che il pubblico giudicherà utile, informativo o acutamente divertente?

Ancora una volta, proprio come lo scenario del cocktail party, assicurati di identificare il sentimento. L'umorismo del bagno potrebbe andare piuttosto bene all'interno di una conversazione con un camionista - ma non così bene in una conversazione che circonda la scelta di un nuovo papa.

5) Impostare avvisi

Una volta identificati i vari flussi di conversazione, una volta stabilito il tenore e il tono della conversazione, e una volta stabilita la rilevanza della conversazione, i membri del team di marketing in tempo reale e i decisori essenziali devono essere informati . Ci sono alcune aziende che scelgono di automatizzare questo processo, ma puoi facilmente trasferire informazioni al team tramite e-mail, testo o chat.

Il take-away più importante è che questi avvisi devono avvenire in tempo reale, quindi il tuo marketing in tempo reale può essere implementato opportunamente. Oreo, ad esempio, ha organizzato una "stanza della guerra" durante il Super Bowl per monitorare la conversazione, determinare la sua rilevanza e reagire rapidamente. Se il marchio avesse pubblicato l'annuncio Dunk in the Dark il giorno dopo, non avrebbe avuto nulla di simile al punch che ha fatto durante il gioco.

Per eventi popolari e annuali come il Super Bowl o gli Oscar, gli scenari di "war room" hanno senso. Per eventi più piccoli e di nicchia, potrebbero non essere necessari. Assicurati solo che ogni decisore necessario sia sempre al corrente.

6) Inquadra la conversazione

Che tu stia gestendo una campagna di marketing in tempo reale per il tuo marchio o per un altro, la conversazione deve essere sintetizzata e inquadrata in un modo che sia facilmente compreso dal tuo team, dal tuo cliente o, a parte ciò, da te. Inquadrare la conversazione porta chiarezza e aiuta a capire se la conversazione è quella che si presta all'impegno del marchio.

Anche con un team Oreo nella stessa stanza durante un grande evento come il Super Bowl, riassumendo concisamente la conversazione, la sua rilevanza e la potenziale opportunità per il marchio sono un passo necessario.

7) Coinvolgi

Proprio come ha detto il Capitano Picard in molti episodi di Star Trek, una volta che tutto è stato allineato correttamente, una volta che tutti i membri della squadra sono stati adeguatamente informati, e una volta determinata una direzione, è il momento di impegnarsi. È ora di premere il grilletto. È ora di agire su tutte le informazioni che hai acquisito e di implementare un marketing in tempo reale informativo, perspicace o persino spiritoso.

Se hai determinato i flussi rilevanti, li hai riuniti in un'unica dashboard, identificato le conversazioni pertinenti, informato tutti i membri del team e inquadrato la conversazione nel contesto del marchio, sei pronto ad agire. Come direbbe Nike, "Fallo e basta". Naturalmente, se segui questi sette passaggi, qualsiasi cosa tu decida di fare avrà un grado di successo molto più alto di quello che avresti se avessi sparato all'anca.

Il marketing in tempo reale è il futuro di tutto il marketing

Perché il marketing in tempo reale funzioni, è necessaria una mentalità di marketing diversa. RTM lascia la mentalità della campagna in patria e porta in primo piano un approccio sempre attivo e sempre presente. Man mano che gli strumenti e le tecniche migliorano, la maggior parte del marketing sarà essenzialmente il marketing in tempo reale. Dopotutto, il marketing appropriato consiste nel fornire le informazioni giuste alla persona giusta al momento giusto in modo che possano prendere una decisione di acquisto informata.

Certo, sarà difficile per alcuni marchi passare a una mentalità di marketing in tempo reale. Non è solo la natura del modo in cui funziona il mondo aziendale, con strati di burocrazia e cicli di approvazione senza fine. Ma in un mondo in cui il tuo marchio non controlla realmente ciò che viene detto sui tuoi prodotti - per non parlare di essere in grado di definirlo - non c'è davvero scelta. Per sopravvivere, devi muoverti alla velocità della conversazione sociale. Non è necessario unirsi - o anche riconoscere - ogni singola conversazione, ma è necessario avere una chiara idea di ciò che viene detto e avere un piano in atto per agire rapidamente se necessario.

Il tuo team ha sperimentato il marketing in tempo reale? Condividi le tue esperienze nei commenti qui sotto!

Articolo Precedente «
Articolo Successivo